mercoledì 25 marzo 2015

A MIA MADRE

Ti cerco tra le rughe del cuore,
il tempo non cancella le ferite,
le parole che non ti ho detto
affollano la mia mente...

confuse e irruenti mi assalgono,
come le onde di un mare in tempesta
che circondano una barca,
sbattono contro i suoi fianchi,
e ...barcollo....senza più certezze...

E in questi giorni i pensieri si rincorrono,
spaziano nel tempo e riportano la memoria
al tempo che fu, ricordi lontani di attimi felici,
vissuti con la spensieratezza dell'età giovanile.
Perchè i momenti così non devono essere dimenticati.

E se chiudo gli occhi sento un abbraccio che mi scalda,
adesso prendi la mia mano,
stringila forte,
portami lontano,
dove il tempo non  fugge !

 Quanto amore mi hai dato,
ed io non ti ho mai ricambiata
in egual misura......
L'egoismo di un figlio non conosce misure,
comprende solo quanto è troppo tardi,
nessuno può insegnare, spetta a noi imparare !
mamma

 Forse il tempo guarirà le ferite,
e nel cuore rimarranno solo cicatrici,
quelle dei ricordi,dei rimorsi,
del potevo fare di più....

Ti penso lassù dove forse hai trovato
un po' di pace, un po' di amore...

Nessun commento:

Posta un commento