giovedì 1 agosto 2013

IL CUSCINO...QUANDO L'AMORE VA OLTRE LA REALTA'

Benvenuta notte,
desiderato rifugio dei miei pensieri.

Il tuo silenzio
è la musica dell'infinito,
quello stesso infinito
che mi fa volare verso di te.

Splendido miracolo del cuore,
quello di far sfiorare
due vite parallele
che mai potranno unirsi.

Ti abbraccio, immagino il tuo sorriso
riflesso nei tuoi occhi di sole,
pregando Dio perchè la serenità
sia sempre dentro di te.

Stringo più forte questo cuscino
dolce ed incontaminato segreto
che mi allontana per qualche istante
da questa realtà.

Benvenuta notte,
benvenuta pazzia
quella stessa pazzia di prenderti per mano
e ti portarti via in un sogno


che nulla o nessuno potrà mai rubarmi.(PIER CRIVELLI)



4 commenti:

  1. Stupenda lo riletta più volte e mi sembra sempre più magica e stupenda

    RispondiElimina
  2. Grazie Palmira, è solo una piccola "spremuta" di cuore...ti mando un bacio e grazie ancora dei complimenti immeritati...

    RispondiElimina
  3. È bellissima, molto delicata e coinvolgente.

    RispondiElimina
  4. Grazie anche a te Tiziana, soprattutto perchè hai saputo cogliere le mie emozioni mentre scrivevo questi versi.
    Qui sotto, c'è una breve spiegazione del significato di questa poesia: in questo modo, si capirà meglio il contesto e le ragioni per le quali è stata scritta.....


    "La notte, con il suo silenzio, è il momento della meditazione, dei pensieri, dei contatti più vivi con il nostro "io" interiore.
    Chi conosce ed apprezza il silenzio notturno sa bene quanto sia meraviglioso abbandonarsi ai propri sentimenti, quasi come se si riuscisse persino ad avvertire i battiti del nostro cuore.


    E così, anche il "semplice" compagno del nostro riposo, un cuscino, può trasformarsi (con l'immaginazione) in una "figura di donna" a cui rivolgere il nostro affetto: c'è l'abbraccio; c'è una sorta di comunione di sensi che viaggia libera nello spazio alla ricerca di lei; c'è il desiderio di ringraziare Dio perchè attraverso la creazione della nostra mente, possiamo avere sempre dentro di noi quell'immagine a noi tanto cara.

    C'è anche però la consapevolezza, quando la notte poi finisce e sorge un nuovo giorno, che quei momenti di abbandono e di serenità si devono necessariamente mettere da parte per tornare alla realtà.
    Poi, però, torna subito il sorriso, perchè il nostro cuore sa già che quel cuscino e quei momenti ritorneranno presto insieme al desiderato silenzio della notte.

    Questa poesia è stata scritta e dedicata a una donna meravigliosa, una splendida amica, una persona speciale, legata da affetti molto più grandi ed importanti dei miei infinitesimali sentimenti."

    RispondiElimina