sabato 6 ottobre 2012

PAULO COELHO

" Di tanto in tanto avremmo davvero bisogno 
di essere stranieri a noi stessi.
Cosi' che la luce nascosta nella nostra anima
illumini cio' che esiste intorno a noi. "

Scrittore e poeta brasiliano,nasce a Rio de Janeiro da una famiglia di origini portoghesi.
Non sopporta le regole e le imposizioni ,per cui entra in conflitto con la madre.
Per questo motivo la sua vita privata non ha risvolti positivi , anche per scelte personali alquanto dubbie.
Scrive moltissimi libri e poesie, nel settembre del 2007 riceve la nomina di Messaggero della Pace,nell'ambito della Giornata internazionale della Pace nella sede dell'Onu a New York.

" Essere come il fiume che scorre 
silenzioso nella notte,
senza temere le tenebre.
Se ci sono le stelle nel cielo,rifletterle.
E se i cieli si riempono di nubi,
cosi' come il fiume, le nubi sono d'acqua,
riflettere anche esse,senza timore,
nelle tranquille profondita' "

Nessun commento:

Posta un commento