venerdì 28 settembre 2012

FERDINANDO PESSOA

" Non sono niente,
non saro' mai niente,
non posso volere d'essere niente.
A parte cio',ho in me tutti i sogni del mondo "

Poeta e scrittore portoghese,visse la maggior parte della sua giovinezza in Sudafrica, per poi tornare in Portogallo.
Il suo talento si manifesto' molto precocemente,infatti gia' a 6 anni  scrisse lettere a se stesso , firmandole con uno pseudonimo.
Usare eteronomi è stata una sua caratteristica particolare, cioe' usare nomi inventati sempre diversi, che rappresentano i diversi lati del suo carattere e , ad ogni nome,corrisponde una dettagliata biografia.
Mori' in giovane eta' per problemi epatici.
La  maggior parte delle sue opere è stata pubblicata dopo la sua morte.

" E dopotutto ci sono tante consolazioni...
C'è l'alto cielo azzurro,limpido e sereno,
in cui fluttuano sempre nuvole imperfette.
E la brezza lieve .....
E alla fine arrivano sempre i ricordi,
con le loro nostalgie e la loro speranza
e un sorriso di magia alla finestra del mondo,
quello che vorremmo, bussando 
alla porta di quello che siamo ."

Nessun commento:

Posta un commento